Sesso extraconiugale: una scarica di adrenalina che porta nuova linfa nei matrimoni in crisi

In Italia, nove matrimoni su dieci celano torbidi retroscena fatti di rancore, insoddisfazione e delusione. Quasi tutte le coppie sposate, dopo un po’, vengono avvolte da un velo opaco e limaccioso fatto di noia, insofferenza e sconforto.

Logorante e corrosiva, la monotonia della routine di coppia riesce a ridurre in cenere il desiderio sessuale anche tra i partner più affiatati. Dopo il matrimonio, quella benigna cecità che scolorava i difetti della partner si dissipa rapidamente, l’attrazione fisica si dissolve, la passione sessuale svanisce ed il sapore acre della frustrazione avvelena le giornate. Emerge imperante il fisiologico bisogno di cercare nuovi stimoli al di fuori dei confini del matrimonio.

Il desiderio di tradire scaturisce proprio da un vuoto fatto di silenzi, incomprensioni e noia tra le mura domestiche, derivante dal triste logorio della routine matrimoniale. E ci sono buone notizie. Molti studi hanno dimostrato come le avventure extraconiugali, per quanto possa sembrare paradossale, si rivelino spesso essere un rimedio estremamente efficace per sanare i matrimoni traballanti e portare nuova linfa nelle relazioni in crisi.

Tradire assecondando l’istintivo desiderio di conquista è una scarica di adrenalina che aiuta a ritrovare l’autostima, l’entusiasmo e lo slancio vitale. Lasciarsi sedurre dalle tentazioni, esplorare un corpo nuovo e rivivere emozioni sbiadite, all’insaputa della partner ufficiale, fa sentire potenti, vivi e sicuri di sé.

Le avventure clandestine riaccendono la prorompente sessualità sopita ed aiutano a ritrovare quel vigore necessario per affrontare al meglio la quotidianità. Può sembrare paradossale, ma il sesso extraconiugale si rivela, nella stragrande maggioranza dei casi, un potente afrodisiaco in grado di smuovere energie che si riflettono positivamente nella vita di coppia con la compagna ufficiale.

Se vi viene voglia di tradire, però, fatelo solo per sesso, senza alcun coinvolgimento emotivo. Il tradimento deve rimanere un gioco sessuale, ed è fondamentale preservarne la leggerezza. Non commettete l’errore di innamorarvi dell’amante o, peggio, di imbarcarvi in relazioni clandestine con persone vicine alla famiglia o colleghe di lavoro. Scegliete persone del tutto estranee alla solita cerchia di amici ed agli ambienti che frequentate di solito. L’ideale, in questo caso, è affidarsi ai portali web specializzati in incontri occasionali a luci rosse, come, ad esempio, Svelaincontri, il più grande network di annunci in Italia, che permette di entrare velocemente in contatto con donne disponibili e disinibite, con cui concedersi momenti di pura trasgressione, senza vincoli, senza legami e senza subdoli sensi di colpa. Al giorno d’oggi, oltre l’80% delle relazioni extraconiugali nasce proprio online, non più in palestra o nell’ambiente lavorativo.

La proliferazione del settore escort nel nostro Paese

escort

L’Italia, o meglio il suo popolo maschile, si rivela oggi ben diverso da come si possa pensare. Una recente inchiesta ha dimostrato che nel nostro Paese sono ben 9 milioni gli italiani che hanno praticano del sesso a pagamento almeno una volta nella vita.

Il sesso a pagamento diventa quindi un enorme mercato, specialmente nel nord e soprattutto nei grandi centri come Milano e Torino (vedi escort Torino), dove esse rappresentano una buona maggioranza di quelle presenti su tutto il territorio.

Naturalmente, qui non siamo né in Olanda, né in Germania. Nel nostro Paese come è noto la situazione è quella di una non regolamentazione del settore, in Italia vige l’ipocrisia sebbene i dati parlino chiaro: gli italiani che fanno o hanno fatto sesso a pagamento sono lo stesso numero degli abitanti dell’intera Svezia.

Così siamo testimoni di un mercato che tra proibizionismo, ipocrisia e legalità, continua a moltiplicarsi anche perché in molte sono le ragazze che vedono questo Paese come florido punto d’atterraggio per costruire un business basato sul sesso. Il trend tuttavia ultimamente parla di una preferenza crescente da parte degli uomini nei confronti delle escort, rispetto alle più classiche “ragazze da strada”.

Il Piemonte guida la classifica delle regioni italiane con più accompagnatrici, in proporzione alla popolazione. Soprattutto il capoluogo, Torino, è diventato ormai crocevia nazionale dove domanda e offerta sui piacere della carne si incontrano per riconfigurare la città come una nuova Gomorra. A Torino sono presenti diverse accompagnatrici ma vi sono anche ragazze provenienti da tutto lo stivale. Non mancano ovviamente nemmeno le straniere, soprattutto le ragazze dell’est europeo.

A detenere il secondo posto dopo l’area piemontese è quella lombarda, dove il flusso del sesso a pagamento genera ricavi straordinari per miliardi di euro annui. Una situazione insomma che, secondo un’opinione ormai largamente diffusa nella popolazione, il nostro Governo dovrebbe regolamentare per far sì che ci possa essere maggiore tutela nei confronti delle accompagnatrici e dei loro clienti.

Trovare una ragazza

milfsexy

Incontrare una ragazza. La ricerca di una donna.

La solitudine è una brutta bestia”, come recita un vecchio detto popolare e nella realtà, è proprio così, specie, per quei soggetti (maschi o femmine indistintamente che hanno difficoltà a gestire questo problema).

Non tutti infatti hanno la capacità a gestire la solitudine e le relazioni con l’altro sesso alla solita maniera e questo, è dovuto ad una serie di ragioni.

I maschi in generale, dedicano una parte importante del loro tempo(specie, nella prima fase della loro vita quando sono giovani o molto giovani) alla ricerca di una compagna (fidanzata, moglie, amante, ecc.).

Anche le donne ‘a loro modo’ fanno lo stesso!

Per quanto riguarda la ricerca della femmina da parte del maschio, come accade del resto in natura(fra gli animali), tutto questo si tramuta anche in una competizione con gli altri maschi nel tentativo di accaparrarsi la femmina desiderata.

Voglio una donna. Quando l’ambiente non facilita le cose.

Occorre dire che che non tutti gli ambienti (sociali, territoriali) sono simili per quanto riguarda la facilità/possibilità di approccio e conoscenza di una donna.

Lavorare e vivere in un ambiente con forte presenza femminile aiuta certamente a conoscere ed entrare in contatto con donne.

Vivere in una grande città od in alternativa in un piccolo centro, rappresenta una bella differenza in termini di opportunità.

Talvolta, trovare una ragazza, specie per alcuni soggetti diventa un vero e proprio problema, reso ancor più arduo se il nostro ‘eroe’ è timido ed ha difficoltà a comunicare.

Cerco ragazza. Le occasioni che si presentano.

Anche l’età ed il passare degli anni, influiscono nella possibilità maggiore o minore di riuscire ad accaparrarsi una donna.

La paura della solitudine ma sopratutto, la difficoltà a convivere con essa con il passare degli anni si fa sempre più ‘pesante’.

I primis, con gli anni che passano è più difficile disporre di occasioni di incontro (gli impegni di lavoro e della vita, il minor tempo disponibile per se stessi in generale, la minor voglia di ‘uscire’ e frequentare ambienti diversificati, ecc.).

Anche la minor disponibilità a scendere a compromessi diventa un ostacolo a conoscere e socializzare con l’altro sesso.

Si diventa in molti casi meno flessibili e disposti a ‘rischiare’ di avviare relazioni per paura di sbagliare e di soffrire.

Per molti infatti, bruciano le esperienze negative accumulate nel corso degli anni precedenti.